Il sistema linfatico

La sua missione è quella di raccogliere il plasma in eccesso nei nostri tessuti, generato dai processi di scambio cellulare. Allo stesso modo, questo sistema funziona come un formidabile filtro per intrappolare i germi e gli sprechi dell’organismo, è quindi un componente molto importante per il sistema immunitario.

È composto da un sistema di tubi ramificati a cui scorrono i liquidi interstiziali. Il sistema linfatico non funziona come un sistema separato del nostro organismo. È considerato parte del sistema circolatorio, è costituito dalla linfa, un fluido mobile che proviene dal sangue e ritorna attraverso i vasi linfatici.

La linfa

La linfa porta in sospensione alcuni nutrienti, in particolare i grassi, e distribuisce globuli bianchi in tutto il corpo. La linfa è simile al plasma ma più diluita e ha solo il 5% delle proteine ​​e l’1% di sali ed estrattiva. È costituita da alcuni sangue e fluidi corporei altro, la chiamata impostata fluido interstiziale, che si accumula negli spazi intercellulari.

Parte di questo ritorno fluido interstiziale al sangue attraverso la circolazione membrana capillare, ma la maggior parte entra capillari linfatici e forme linfatici.

Quando il liquido interstiziale penetra all’interno dei piccoli vasi linfatici viene chiamato linfa.

La linfa è un liquido incolore e viscoso, la composizione è simile a quella del plasma sanguigno, ma il suo spostamento è più lento di quello del sangue.

Il suo volume è il 16% del corpo, in una persona di peso e dimensioni normali. La linfa è formata da acqua, proteine, grassi, detriti cellulari e linfociti.

Le funzioni della linfa sono:
• Alimenta i tessuti
• Riparazione
• Fabbricare
• Partecipa al sistema immunitario del corpo

Linfa, insieme a tutti gli interstiziali fluido particelle raccolte sono troppo grandi per l’può essere assorbito dalla membrana capillare, come detriti cellulari, globuli di grasso o piccole porzioni grassi e proteine.
Successivamente, la linfa passa dai vasi ai linfonodi e nel sangue attraverso le vene nella regione del collo. In questo modo il sistema linfatico è un sistema di trasporto secondario.

I linfonodi

I linfonodi o linfonodi sono a forma di rene e sono nel percorso dei vasi linfatici, la sua missione è di filtrare Linfa, cioè, trattenere, intrappolare e distruggere invadere i germi patologico. Sono anche piccoli depositi di linfa e qui si producono i linfociti. I linfonodi lavorano nella diluizione o concentrazione delle proteine ​​linfatiche, la loro dimensione è variabile.

Il massaggio o il drenaggio linfatico

La linfa non ha un proprio sistema di pompaggio, la sua circolazione dipende dalla pressione del sistema circolatorio e dall’effetto del massaggio dei muscoli. Pertanto, dai tessuti, il fluido interstiziale passa nei vasi linfatici più sottili chiamati “lymphangions", che si uniscono per formare ogni volta vasi più grandi, che finiscono nella circolazione generale attraverso due canali ingombranti :

Il canale toracico, chiamato anche Cisterna di Pecquet: misura 40 secondi, è dove i vasi linfatici di MMII versano il loro contenuto. È approssimativamente al livello di L1-L2. Salita lungo il lato sinistro delle vertebre toraciche e termina nel tronco cefalico brachiale sinistro: vena giugulare interna o succlavia.
Grande Vena Linfa: La linfa dal lato destro della testa, del collo, il braccio destro e sul lato destro della parete toracica entra nel tronco brachiale-cefalica destra venoso dal Grande Vena linfocitaria, che versa nella vena succlavia destra.

Per questo motivo, attraverso i massaggi possiamo facilitare il ritorno della linfa alla circolazione sanguigna. Questo tipo di massaggio speciale è quello che chiamiamo massaggio linfatico o drenaggio linfatico. drenaggio linfatico manuale è una tecnica che viene eseguita con le mani applicando movimenti molto liscia, lente e ripetitive, favorendo così la circolazione linfatica, migliorando così le immagini edematosi, ritenzione di liquidi organici e anche infiammazioni. Il sistema linfatico lavora a stretto contatto con il sistema immunitario, motivo per cui il massaggio linfatico manuale migliora notevolmente lo stato di salute e genera anche benefici nel nervoso, oltre a trattare condizioni specificamente diverse.

Quindi il drenaggio linfatico manuale è un altro modo per rafforzare il nostro sistema immunitario.

Quando è indicato il drenaggio linfatico manuale?

Il drenaggio linfatico manuale è utilizzato in estetica per combattere o migliorare la salute del cliente quando:

• Ha bisogno di un’accurata pulizia della pelle
• Ha rughe sul viso
• Ha le borse sotto gli occhi
• Soffre la perdita di capelli
• PEFE (cellulite)
• Si lamenta di gambe pesanti
• Ha le mani rugose
• È un metodo antistress
• Per pre-interventi estetici
• Per interventi chirurgici post-estetici

Quando non è raccomandato il drenaggio linfatico manuale?

Il drenaggio linfatico manuale è controindicato nei casi in cui il paziente soffra o abbia sofferto:

• Infarto miocardico
• Breast Angina
• Edema dovuto a scompenso cardiaco scompensato
• Area purulenta o suppurativa
• Malattie della pelle
• Edema nefrotico
• Infezioni acute
• Febbre
• Flebite, trombosi, tromboflebite

Cosa vogliamo ottenere con il trattamento?

• Aumentare la funzione del ritorno venoso e ridurre la stasi capillare-venosa.
• Migliora la velocità circolatoria, venosa e linfatica.
• Migliorare la permeabilità linfatica capillare e ridurre la mancanza di tono vascolare.
• Ridurre al minimo l’edema.

Come fare un buon drenaggio linfatico manuale?

• Maniera un ritmo lento di manovre.
• Il nostro cliente dovrebbe sentirsi rilassato. Si raccomanda che quando una persona è rilassata, entrambe le ginocchia e fianchi in modo che i muscoli addominali per rilassarsi e il soggetto di respirare profondamente flex, questo favorirà il ritorno linfatico per membrana di lavoro idraulico e anche migliorare il ritorno venoso
• Un drenaggio linfatico manuale completo può durare fino a 2 ore
• Non è necessario usare un mezzo scorrimento
• Deve essere fatto da un professionista esperto e competente

Qual è l’applicazione del drenaggio linfatico per la cellulite?

È un altro modo per migliorare l’aspetto della pelle con la cellulite, è quello di concentrare il drenaggio linfatico solo nelle zone colpite: arti inferiori, adenomeni, braccia e glutei. Lo specialista eseguirà il massaggio che aiuta la linfa a circolare meglio, grazie alle piccole pressioni e depressioni che fa con le mani nella rete linfatica. Di conseguenza, si ottiene un’accelerazione della circolazione.

Come sappiamo, la linfa accumulata nel tessuto può causare gonfiore e pesantezza, ma dopo un drenaggio linfatico otteniamo una sensazione di benessere e leggerezza perché la linfa si è prosciugata nelle vene e nel cuore. È anche normale sentirsi urinare in seguito, perché il massaggio ha stimolato la circolazione linfatica e le tossine devono essere eliminate.

Dopo una sessione di drenaggio linfatico, vediamo che le nostre gambe saranno molto più leggere e stilizzate, e saremo in grado di vestire con le nostre gonne e mini abiti per mostrare delle belle gambe come quelle famose.

 

 

 

 

 

 

 


FAI LA TUA PRENOTAZIONE